Baby Voice, la prima App per iPhone con cui potrai ascoltare il battito cardiaco del bimbo che porti in grembo. L'applicazione è scaricabile gratutitamente da iTunes grazie alla collaborazione di Sorgente

Sottoscrivi il nostro feed RSS per poter ricevere informazioni aggiornate sulle cellule staminali!

Hai dei dubbi o vorresti proporre un argomento? Contattaci cliccando qui. Il nostro staff sarà lieto di soddisfare le tue richieste.
giovedì 14 dicembre 2017
Annuncio pubblicitario
Conservazione cellule staminali del cordone ombelicale?
Scegli la qualità di Sorgente a un prezzo estremamente vantaggioso. Sorgente è la banca scelta anche da Max Biaggi e Elisabetta Gregoraci.
www.sorgente.com
Il cordone ombellicale: un organo prezioso anche dopo 20 anni
Il cordone ombelicale contiene mediamente 60-80 cc di sangue ed in questo si trovano le cellule staminali. 
Recenti evidenze scientifiche dimostrano che è possibile crioconservare le cellule staminali del cordone ombelicale per almeno 24 anni senza alterarne la vitalità. 
Questo implica che cellule staminali cordonali raccolte più di 20 anni fa possono essere efficacemente trapiantate. In ragione di questo risulta essere più che corretto pensare al cordone ombelicale come un organo prezioso anche dopo 20 anni.


Focus sulle cellule staminali del cordone ombelicale
Le cellule staminali del cordone ombelicale mostrano una peculiare “immaturità” immunologica, dovuta alla bassa espressione sulla superficie cellulare di antigeni appartenenti al sistema maggiore di istocompatibilità (MHC I) ed alla totale assenza di espressione di antigeni (e molecole costimolatorie) associati all’MHC di tipo II. 
Grazie a queste proprietà, il trapianto allogenico di cellule staminali cordonali ha una maggiore probabilità di attecchire ed un minor rischio di rigetto. 
Il rischio di rigetto è inoltre ridotto grazie alla presenza nel sangue cordonale di cellule T regolatorie che sono capaci di prevenire o curare condizioni infiammatorie e modulare le risposte immunitarie deprimendo l’attività dei linfociti T autoreattivi.
Infine le cellule staminali del cordone ombelicale sono in grado di svolgere un’azione anti infiammatoria; possono infatti “spegnere” reazioni infiammatorie grazie alla loro capacità di rilasciare diversi fattori solubili come prostaglandina E2 ed interleuchina 6.

Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Se non si modificano le impostazioni del browser e\o si prosegue con la navigazione, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo